LA MACCHINA DEL TEMPO

Ho infiocchettato lo spazio
alle lancette di un apparecchio
al primo ho cambiato nome
al secondo gliel’ho dato

Ho così il tempo inventato
e l’orologio per vederlo
giro le lancette avanti e indietro
e quello va e mi porta nel passato

Ora che son qui nel primoevo
non ricordo più che ci facevo
Da dove vengo? Dove vado?
Ma qui chi mi ci ha mandato?